UN RISCONTRO IMMEDIATO
064468590 / 329 3806530

siti-swmTop
Pubblicato: 03 Luglio 2018 - Categoria: Web Marketing

Chiunque abbia un piccolo business ha sicuramente un briciolo d’invidia per l’illimitato budget che alcune grandi aziende hanno. Sarebbe senz’altro fantastico avere un budget illimitato per tutti, ma non accade nella vita reale. Detto questo, i piccoli business non possono spendere milioni di dollari per il proprio marketing, ma possono ottimizzare i costi.

sfruttare il budget

Una grande compagnia in media spende circa il 9-12% del proprio budget in strategie di marketing, mentre i piccoli business spendono qualcosa come l’1-2% percento, in linea di massima. Considerando inoltre i risultati di un sondaggio effettuato da Statista, meno della metà delle piccole aziende negli USA hanno speso almeno 4000 dollari per il proprio marketing (stanto al reportage effettuato un anno fa).

Questo dimostra che la gestione del marketing per i piccoli business e per le startup non è di certo un compito facile e, diciamolo, risulta piuttosto stressante. Detto questo, come si può fare tanto con poco? Quanto denaro è opportuno spendere per il proprio marketing? Quando devo dedicarmi al fatidico social media marketing?

Non c’è un numero magico, in quanto ogni compagnia è differente. In questo articolo andremo ad esplicare 6 modi per investire al meglio il budget per le strategie di marketing e per far crescere il proprio traffico.

Comprendere e stabilire i propri obiettivi 

Prima di definire le proprie strategie di marketing, è importante capire quali sono i propri obiettivi. È facile sprecare il budget prestabilito se non si sa dove andare a parare. Molti sono i proprietari di aziende che si dimenticano che avere delle strade da seguire è un punto fondamentale.

Tante sono le aziende che realizzano strategie e tattiche di marketing che sono correlate ai propri obiettivi e, in gran parte dei casi, questo è un metodo vincente. Ad esempo, se si desidera promuovere un prodotto in versione premium e i prospetti sono per la maggiore su Facebook, se allo stesso tempo dedichiamo tempo e denaro su un altro social staremmo sprecando tempo.

Una volta che si sono stabiliti i propri obiettivi è quindi importante capire che i dati possono comunicare agli altri le strategie che si adottano. Il business più intelligente è guidato dalle proprie informazioni. Ad ogni modo, se non si ha nessun obiettivo, le informazioni sono solo baccano.

Se si hanno molte informazioni ma non sappiamo cosa farne, esse sono fine a sé stesse e senza utilizzarle in modo appropriato si rischia solamente di sprecare tempo e fare investimenti farlocchi. In altre parole, nessun business che si rispetti ha un budget per sprecare soldi.

Fortunatamente, è possibile fare delle ipotesi in tutto questo. Per esempio, per ottimizzare l’utilizzo dei propri dati, è necessario farsi delle domande e, soprattutto, concentrarsi su ciò che può essere veramente utile.

Ad esempio, se si sta pensando perché o quando è che i clienti se ne vanno dal proprio sito (ovvero analizzare il Bounce Rate), è opportuno prendere in considerazione chi può rispondere a queste domande, ovvero i clienti stessi. Si può ad esempio guardare ai commenti (e lamentele) dei clienti, la frequenza di utilizzo del sito e via dicendo.

Analizzare l’engagement nei social, guardare le Analytics di Google e analizzare i sondaggi effettuati dai clienti possono essere altri ottimi metodi per capire dove concentrare i propri sforzi e, sostanzialmente, da dove trarre profitto.

Fare dei social una parte strategica dei piani di marketing

Con un piano di marketing che ha un obiettivo ben determinato, è più facile pensare cautamente a cosa ottimizzare e su cosa investire con il budget a disposizione, considerando inoltre che oggigiorno è difficile fare marketing senza investire tempo e denaro nei social.

Uno studio effettuato nel 2017 da Social Media Examiner ha rivelato che il 92% dei sondaggi effettuati dai marketers hanno percepito che i social sono fondamentali per gli affari. L’88% di tali imprenditori hanno dichiarato che l’esposizione dei social verso il mercato sta aumentando sempre più e il 78% di questi hanno aumentato vendite e lead all’interno del proprio sito grazie ai social.

Tuttavia, come ogni altro canale, i social sono tanto utili quanto la strategia che sta dietro. Per molti proprietari d’azienda ed  imprenditori, capire qual è il contenuto da postare non è un compito per niente facile. Spesso sono proprio questi ultimi a chiedersi come utilizzare i social e come impiegarli all’interno del proprio business.

Le piattaforme social sono rapide, flessibili e basate sui dati che ricevono. Sono strumenti istantanei che forniscono un’immensa quantità di dati e per molti business è fondamentale generare lead, costruirsi una leadership ben studiata e sviluppare una rete di referenze tramite tali piattaforme.

Influenzare tramite contenuti gratuiti ed economici per diminuire il dispendio di budget

Il content marketing è un altro buon metodo per dimezzare le spese. Alla gente piace "consumare" contenuti, ma non sopportano gli ad. Per questo il content marketing è diventato molto popolare in questi ultimi anni. Infatti, molte sono le compagnie che si sono rivolte agli influencer per creare contenuti adeguati.

Il content marketing si basa, come ogni forma di marketing, sui contenuti e, specificamente, sullo storytelling. Infatti, il content marketing è in sé e per sé una strategia economica. Ci sono un sacco di tool gratuiti ed economici dedicati al content marketing che possono aiutare non solo per i contenuti stessi ma anche considerando le spese da affrontare.

A meno che non si desideri pagare per promuovere le proprie inserzioni, postare su Facebook e Twitter è completamente gratuito. Mentre il content marketing ha bisogno di tempo per elaborare una strategia adeguata, concentrarsi nel frattempo sulla qualità dei post è un ottimo modo per mantenere i costi (ed il tempo impiegato per realizzare i post) al minimo.

Gran parte dei contenuti non devono essere promozionali. In primis vengono i bisogni dei clienti. Solo successivamente è opportuno promuovere i propri prodotti o servizi in base alle esigenze della clientela. È opportuno quindi prendersi il tempo necessario per dedicarsi ai clienti e costruire rapporti consolidati, sempre considerando le loro richieste. In ogni caso, è importante creare contenuti veritieri e onesti, dimostrando alla propria audience che i prodotti ed i servizi sono qualitativi e autentici.

Detto questo, creare contenuti non significa solo scrivere. Video promozionali e design appetibili sono altre ottime strategie da adottare per promuoversi. Tutto ciò che circonda il proprio brand è una forma di content marketing. Un brand forte comincia con un nome rimbombante e con un logo che attira l’attenzione, anche se un brand è molto più di un semplice nome e di un logo.

Nella sostanza, può essere definito un brand la somma delle esperienze che i clienti hanno con la compagnia in questione. Se quest’ultima riesce a comunicare informazioni di cui il cliente ha bisogno, il gioco è fatto.

Utilizzare strategie di PR in modo creativo per farsi riconoscere

Un altro modo per fare di più con poco budget è concentrarsi sulle pubbliche relazioni (PR). Questo significa trovare modi per farsi nominare da altri media per quanto riguarda il proprio business. Non bisogna aver paura di punzecchiare recensori, giornalisti e qualunque altro media che potrebbe essere potenzialmente interessato.

Scrittori ed editor sono sempre alle porte per nuove storie e idee, sempre che esse risultino valide. Spesso ricevono una moltitudine di proposte, ma se si riesce ad arrivare e colpire la persona in questione si è già a buon punto.

Ad ogni modo, non si ha bisogno di un agenzia o qualunque altro ente di PR per promuoversi, si può benissimo essere i manager di sé stessi. Anche i PR stessi affermano che quest’industria è principalmente costituita dalle relazioni e dal consolidamento di esse. Tutti i media quali giornalisti, blogger e professionisti di tale genere si rivolgeranno a persone e fonti attendibili e consolidate quando hanno bisogno di opinioni o analisi dei propri contenuti.

I PR professionali non possono avere successo senza le relazioni e i media stessi si fidano dei PR per generare lead, idee e materiale utile. Allo stesso tempo, gli imprenditori possono e devono sviluppare relazioni consolidate con gli scrittori e con altri che possono aiutarli a sviluppare la propria compagnia.

Collaborare con gli altri per raggiungere le persone desiderate

Collaborare è senz’altro un’ottima strategia per rendere le proprie strategie di marketing massimizzate e qualitative. Le collaborazioni possono essere di grande aiuto, soprattutto per i piccoli brand che hanno bisogno di un’audience maggiore.

Le grandi compagnie globali collaborano regolarmente per sviluppare il proprio messaggio ed arrichire l’esperienza dei clienti. I brand intelligenti riconoscono che la propria attività è più di un semplice prodotto o servizio: è l’ecosistema che lo circonda che lo costituisce.

Infatti, anche collaborazioni con enti esterni all’azienda possono provvedere a dar valore all’azienda stessa. Ad esempio, la collaborazione di Red Bull alle varie gare di moto ed auto (e non solo) ha contribuito all’azienda di svilupparsi a livello globale.

Sviluppare i propri mezzi e aumentare le iscrizioni

I tool per fare marketing sono come i biscotti, averni alcuni può andare ma troppi possono abbondare e, oltretutto, costare troppo! Può esser fin troppo facile cascare in una sottoscrizione per un servizio che promette analisi migliori, contenuti efficienti e via dicendo. Ma se ne ha veramente bisogno?

Tutto dipende dal piano di marketing della compagnia, dagli obiettivi prefissati e dalle varie strategie da adottare. Ad esempio, una compagnia che usa i social moderatamente non avrà bisogno di dispendere un sacco di denaro per un tool per sviluppare Facebook.

Massimizzare il proprio budget significa spendere i propri soldi in modo cauto o, in altre parole, dove può aver senso. Se il proprio budget viene investito in ambiti che non riguardano gli obiettivi prefissati, si rischia di sprecare denaro. Per questo è di primaria importanza sapere con esattezza quali sono gli ambiti in cui investire il budget a disposizione.



GUARDA I NOSTRI LAVORI PORTFOLIO Nel nostro portfolio puoi trovare semplici siti in HTML o portalied ecommerce realizzati in Joomla!.

GUARDA ORA
Attisani Macchine Edili

Attisani Macchine Edili

The Village Roma

The Village Roma

Reconsult S.p.a.

Reconsult S.p.a.

Marida Caterini

Marida Caterini

Bix sas - Servizi Web Marketing Bix Servizi Web Marketing Srls Copyright © 2018 Bix Servizi Web Marketing Srls - PIVA/C.F. 14446471006 - All rights reserved

Ci occupiamo di Servizi Web & Marketing a Roma, attraverso la realizzazione di Siti Internet belli ed efficaci per qualsiasi esigenza e prezzo, siamo esperti nel posizionamento sui motori di ricerca in cui vantiamo numerosi casi di successo, realizziamo campagne Pay per Click (AdWords) con alti ritorni sull'investimento.
Indirizzo: Via degli Etruschi, 16 00185 Roma, IT - Telefono: 064468590
Bix sas - Servizi Web Marketing